Lo sapete che 8 americani su 10 fanno regolarmente shopping sulla rete? E in Europa, pur essendo lontani da questi numeri, ci stiamo arrivando.

Potreste essere i prossimi a lanciare un negozio online, o forse ne avete già uno che ha bisogno di visibilità e maggiore popolarità.

Una delle cose più importanti da fare? Ottimizzare il tuo eCommerce per i motori di ricerca.

1 – Ottimizzate le pagine ad “alto impatto”

Queste pagine sono quelle più visitate, sono quelle che attraggono i visitatori e procurano il famigerato “engagement”, il coinvolgimento degli utenti. Nella stragrande maggioranza dei casi sono: home page, pagina prodotti e categorie prodotti, oltre agli archivi di prodotti in evidenza, la vetrina.

Quindi:

A) Determinate le parole chiave. Sicuramente già le conoscete, ma se così non fosse, scopritele! Inserite queste parole all’interno delle vostre “high-impact pages”, molti tool, soprattutto per i CMS più popolari vi aiuteranno a fare questo (YOAST SEO per WordPress ad esempio, usatelo!)

Come scoprire queste parole?

  • Keyword tool, o gratuiti, come Google’s Keyword Planner o a pagamento, come ad esempio SEMrush: risparmierete molto tempo, e alla lunga, denaro.
  • Ridefinite la vostra lista-keywords. Targettizare tutte le parole vi farà perdere troppo tempo, generate traffico con poche parole, ma buone.
  • Copiate i vostri competitor. In molti casi avranno già una buona strategia SEO, perchè non sfruttarla? Studiate il loro eCommerce e non dimenticatevi di frugare nella sorgente delle loro pagine, potreste trovare spunti interessanti.

 

B) Usate le cosiddette ”long-tail keywords”. Le keywords lunghe di almeno tre parole, molte ricerche non si limitano a una singola parola. le “long-tail keywords” sono più specifiche e precise:

La barra di auto-completamento vi aiuterà. Cercate di essere molto specifici, aggiungendo, se possibile modello, colori e taglie. Le persone che cercano prodotti specifici sanno esattamente cosa vogliono comprare, inoltre, con questo tipo di parole andremo a colpire una nicchia con maggiore possibilità di essere trovati.

C) Scrivete metadati (info che associamo ad una pagina) originali e pertinenti fra i 60 e i 160 caratteri.

D): Usate ALT tags nelle vostre immagini. Ricordatevi di non chiamarle screenshot123.png o IMG_0101.jpg

E) Usate “search-engine friendly” URL. Facili, leggibili, senza numeri o caratteri strani. Se includono le parole chiave è meglio. Ad esempio: tshirt-disney-uomo-made-in-italy.

F) Ottimizzate l’homepage. Aggiungete testo pertinente e occupatevi del peso della pagina e della sua leggibilità. Togliete script inutili. Evidenziate sconti e promo.

G) Ottimizzate le pagine dei prodotti

  • Semplici. Uniche, con breve ma esaustiva descrizione dei prodotti. Usate le faq se possibile. Date un’occhiata ad Amazon 🙂
  • Recensioni. Utilizzatele il più possibile. Molti potenziali nuovi clienti leggono le recensioni sull’esperienza di acquisto.
  • Nascondete i prodotti non disponibili, quelli “out-of-stock”. Google non ama le 404 pages, e le considera link “interrotti”. Usate anche strategie tipo: “informami quando disponibile”.
  • Mettete a posto i cosiddetti snippets (blocco dei risultati in cui sono mostrati il Titolo della pagina che potresti visualizzare con il clic sul blocco, l’URL di riferimento e la descrizione del contenuto della pagina stessa), arricchendoli di immagini e altre info come da immagine, Google ama queste cose!

 

In caso di voglia improvvisa della torta della nonna… dove clikkereste???

2 – Usate bene i link interni

I link interni sono link di un sito che puntano da pagina specifica ad un’altra del sito web stesso. Questi link interni aiutano a fornire una struttura più chiara ai motori di ricerca, inoltre allo stesso tempo aumentano quella che è la User Experience.

Una buona struttura di link interni sicuramente aiuta ad aumentare il tempo di permanenza sul tuo sito ed aumentare, allo stesso tempo, il numero di pagine viste che è sicuramente un punto importante per guadagnare online con la pubblicità.

Naturalmente senza esagerare!

Evitate anche link  che puntano a pagine specifiche che ritenete importanti, fatevi sempre la domanda: quel link in quella posiziona ha realmente un valore aggiunto?

3, 4, 5…. Contenuti, Contenuti, Contenuti!

Promuovete il vostro eCommerce con contenuti sul Blog e condivideteli sui Social.

Unici: non potete competere con con miliardi di persone e migliaia di brand, quindi semplicemente raccontate la vostra storia e quella del vostro prodotto. Valori, identità e tutto quello che vi distingue.

Frequenti: un aggiornamento di testo è meglio di niente, una nuova immagine un nuovo video… producete, comunicate al mondo chi siete e solo più tardi cosa fate e perchè qualcuno dovrebbe comprare da voi.