Partendo da questa infografica sul tasso di crescita esponenziale del traffico da mobile, vogliamo cogliere l’occasione per fare qualche osservazione sull’importanza di un sito web responsive.

 Ma cominciano dall’inizio.

La diffusione di smartphone e tablet ha radicalmente cambiato l’esperienza di navigazione della rete, non soltanto perché oggi siamo sempre connessi, ma anche perché sono sorte nuove necessità da soddisfare, come avevamo precedentemente dimostrato in questo nostro articolo sulla realtà aumentata.

 L’aspetto che evidenziamo oggi però non riguarda l’innovazione dell’esperienza, quanto la sua praticità.

Perché oggi, nonostante l’aumento del traffico in rete, numerose aziende vedono calare il tasso di accesso al proprio sito, diminuire il tempo di permanenza all’interno del sito e vedere invece schizzare alle stelle il tasso di abbandono?

La risposta è semplice: il 61% degli utenti che accedono ad un sito non responsive da mobile, lo abbandona senza nemmeno navigarlo, e solamente il 55% delle aziende ha al momento un sito responsive.

Diventa quindi fondamentale per le aziende rivedere la propria strategia, ottimizzando il proprio sito per la navigazione mobile, andando incontro a ciò di cui i clienti hanno realmente bisogno.

Quando parliamo di responsive design, ci riferiamo ad una tecnica di web design che permette alle pagine di un sito di modificare il proprio layout, adattandolo automaticamente al dispositivo utilizzato per la navigazione, indipendentemente dal fatto che si tratti di un computer, uno smartphone, un tablet o una web tv.

Grazie a questa tecnica, qualsiasi utente potrà godere di una navigazione semplice ed agevole, potendo contare su un design del sito personalizzato in base al tipo di dispositivo utilizzato ed al contempo l’azienda vedrà ottimizzati i propri contenuti senza bisogno di doverne creare diversi.

Un sito responsive deve essere realizzato ex novo, non è consigliabile tentare di adattare un sito web già esistente: in questo caso si potrebbe pensare alla realizzazione si un sito completamente per dispositivi mobile, il che comporterebbe però una divisione del traffico tra i due portali e la necessità di gestire i contenuti su due diverse piattaforme.

Diverse ricerche sul traffico mobile hanno dimostrato come anche l’e-commerce stia sentendo la forte influenza di questo slittamento di device: il 72% degli utenti che navigano attraverso il tablet effettua almeno un acquisto online a settimana.

Si può quindi facilmente capire come sia sempre più necessario per le aziende intercettare questa grossa fetta di mercato e farlo nella maniera più giusta per avere una presenza online efficace.