A Monaco di Baviera dal 20 al 22 gennaio si è svolta la nona edizione di DLD – Digital Life Design – la conferenza internazionale sull’innovazione. Nel corso della tregiorni sono intervenuti più di 150 esperti del settore digitale, ricercatori, scienziati e artisti per discutere delle nuove frontiere dell’innovazione tecnologica e del suo impatto sulla cultura, con un attenzione particolare all’analisi dei “modelli che connettono”, tema dell’edizione di quest’anno.

Uno spunto interessante su quello che sarà il web del futuro è stato offerto dall’intervento di Henrique de Castro, nuovo COO di Yahoo, che ha condotto un’analisi 360° sul web. Dopo aver ripercorso le tappe fondamentali che hanno caratterizzato l’evoluzione della rete, dal Web 1.0 delle origini al Social Web di oggi, basato sulla condivisione e sull’interazione degli utenti, De Castro ha illustrato le sue idee sul futuro: siamo solo all’inizio di un processo che andrà a trasformare radicalmente il web, con una progressiva convergenza di testi, immagini e video, destinati a convivere in una sola piattaforma.

La personalizzazione dei contenuti sarà però la vera chiave di volta del web del futuro, una sorta di contenitore costruito su misura dei singoli utenti e delle loro preferenze. È in quest’ottica che i portali e il mondo dell’advertising dovranno riorganizzarsi, in modo da fornire un servizio personalizzato, capace di stimolare e coinvolgere maggiormente il singolo utente: una sfida che il mondo del marketing dovrà cogliere al volo per non perdere il passo con l’evoluzione del mercato digitale.